il guastafeste

by Amicus Plato
TIMBRO
Non vorrei fare il guastafeste nel momento in cui si forma la nuova giunta regionale e tutti speriamo che operi bene nell’interesse delle Marche.
Ma come si fa a tacere quando il Presidente della Giunta dice pubblicamente che due dei suoi assessori, Donati e Moroder dell’IDV, li ha scelti direttamente Di Pietro?
Lo Statuto della Regione e la stessa Costituzione dicono che la scelta compete al Presidente. E’ talmente ovvia la pratica della spartizione che non si salva più neanche la forma? Per evitare le polemiche su queste scelte, Spacca se ne lava le mani e le attribuisce al leader nazionale dell’IDV. E magari quelle riguardanti gli assessori del PD sono responsabilità di Ucchielli.
Ma così ragionando, quale è stata la funzione del Presidente? Sembra di capire che sia consistita nell’assemblaggio delle scelte altrui, con l’eccezione di Marcolini e dell’amico fabrianese Viventi, sui quali sono state accumulate le competenze strategiche. Salvo la sanità, appaltata ormai stabilmente agli ex DS pesaresi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *