match nullo

by Amicus Plato
pareggio
Match Bugaro-Giannini (il primo consigliere regionale del PDL, la seconda assessore regionale del PD) sulla crescita delle Marche. Bugaro, citando Il Sole24ore, dice che le Marche arretrano e si trovano alla coda delle regioni del centronord, il che dimostrerebbe il fallimento di una strategia di politica industriale. La Giannini replica che le Marche sono cresciute più della media nel primo decennio del secolo e che i dati citati da Bugaro sono parziali.
In effetti, la ricerca del Sole 24ore si riferisce ai redditi dichiarati ai fini IRPEF, che sono diversi e meno generali da quelli della contabilità nazionale. Una variazione in più o in meno rispetto ad altre regioni può dipendere da fattori, come la composizione del sistema economico e il diverso peso delle diverse attività, o l’entità dell’evasione fiscale, ecc. ecc. Queste differenze si accentuano in caso di crisi. Si vede infatti che le peggiori performance sono proprio delle regioni più ricche, dove evidentemente gli effetti della crisi, così come misurati dai redditi dichiarati alle imposte, sono stati maggiori.
Non ha senso perciò prendersela con la politica industriale regionale, in primo luogo perchè questa incide ben poco sui differenziali di crescita, in secondo luogo perchè allora si dovrebbe parlare di fallimento anche a proposito della Lombardia e dell’Emilia Romagna, che vanno peggio delle Marche, ma rimangono tra le regioni più ricche.
In ogni caso, le differenze che hanno dato origine alla discussione sono piccole: se le Marche, secondo il Sole 24ore sono all’ultimo posto tra le regioni del centronord, in base ai dati completi sono ugualmente alla coda di queste regioni, fatta eccezione per l’Umbria. Se in passato l’autoesaltazione della Giunta sui primati marchigiani e l’influenza della politica regionale era esagerata, ora il catastrofismo di Bugaro è ugualmente strumentale.

2 thoughts on “match nullo

  1. mariano guzzini

    Tipico scontro tra aspiranti economisti. Che restano sovranamente indifferenti alle domande di svolte nelle politiche di fuoriuscita dalla crisi con una maggiore, differente e dichiarata attenzione alle ragioni dell’ambiente e della sostenibilità.
    Quando faccio questo ragionamento a tu per tu con politici in grado di intendere (ne esistono) la risposta è che si sta rimescolando la struttura del bilancio precisamente in questa direzione.
    Se fosse vero, la discussione sarebbe totalmente superata. Ma sarà vero?

  2. Il Riformista

    Specchio, specchio delle mie brame chi è la Regione più bella del reame?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *