un consiglio al nuovo presidente

by Amicus Plato

Un consiglio (non richiesto) al nuovo presidente della Regione Marche, che non conosco ma al quale auguro buon lavoro. Faccia davvero il presidente, scelga lei la giunta: senta tutti ma decida lei.

Non faccia come Ceriscioli che tra quote per province, per partiti e correnti e (l’unica giustificata) quota rosa si è trovata fatta la giunta da un algoritmo, senza potere mettere le persone giuste al posto giusto in base alla competenza e alla fiducia in loro. Prenda competenze esterne per quanto possibile; la giunta non è il luogo dei “pesi politici” ma è la squadra del presidente. E le preferenze servono per entrare nell’Assemblea non nella giunta.

Lo Statuto della regione Marche ha in sè una contraddizione: da una parte il presidente è eletto dal popolo, dall’altra la giunta è un organo collegiale. E’ vero il presidente può licenziare un assessore ma, per la assurda riforma varata lo scorso anno, questo, se è un consigliere, torna nell’assemblea, dove avrà come obiettivo di vendicarsi di chi lo ha licenziato.

Decida lei. Se non lo fa uno che fa parte di un partito che sostiene il presidenzialismo, chi mai lo farà?

P.S. Ad esempio, io non metterei Ciccioli in giunta: con lui dentro non avremo un presidente ma due consoli. Come a Roma..

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *