chi ben comincia..

by Amicus Plato

Il nuovo presidente Luca Ceriscioli alle prese con le prime decisioni, quelle sulla composizione della Giunta.

E deve fare i conti con regole non scritte, ma chissà perchè date per scontate, quelle sulle varie quote: per partito, per province, magari per correnti. L’unica giustificata, quella per genere, se l’è autoimposta: presenza paritaria.

Oltre a questo, l’altra regola non scritta, che contano le preferenze.  › Leggi il seguito

reddito e benessere

by Amicus Plato

In un incontro nella splendida biblioteca Amatori, Piero Alessandrini ha illustrato lo studio da lui curato Marche più 20; niente a che vedere con Marche 2020.

E’ uno studio molto interessante di cui Antelitteram ha già parlato, e che è stato ingiustamente accantonato perchè non dice quello che il committente, vale a dire Spacca, sperava che dicesse per poterlo utilizzare in campagna elettorale.  › Leggi il seguito

noi e loro

by Amicus Plato

In campagna elettorale se ne sentono tante ma il manifesto pubblicitario di Spacca sulla stampa in questi giorni è un esempio di cinismo politico e disonestà intellettuale inedito per le Marche.

Per cercare di fare il pieno dei voti di destra e svuotare Fratelli d’Italia e la Lega, propone le elezioni regionali come un referendum tra NOI e LORO, in cui LORO non sono altro che quelli con cui ha governato per venti anni.  › Leggi il seguito

testa a testa?

by Amicus Plato

Nicola Piepoli è un simpatico professionista, non si gioca la reputazione per fare un favore a Spacca. Spesso sbaglia ma non falsifica.

In questo momento i sondaggi sono ancora poco attendibili. Il margine di errore è alto, per i limiti oggettivi del campione, e soprattutto perchè molti sono gli indecisi se andare a votare e per chi.

Ma il motivo più importante lo dice Piepoli stesso nella sua intervista di ieri.  › Leggi il seguito

parigi e la messa

by Amicus Plato

Parigi vale bene una messa: potrebbe essere questo il ragionamento che ha guidato le scelte di Forza Italia nelle Marche.

Dal 1995 gareggiano per il governo della Regione e perdono regolarmente. Ora, dopo venti anni di centrosinistra e dieci di Spacca, quando un ricambio potrebbe apparire perfino fisiologico, anziché proporsi come campioni del rinnovamento, lasciano questa bandiera a Ceriscioli e fanno da stampella a Spacca alla ricerca di un terzo mandato che il PD gli ha negato.  › Leggi il seguito

comunicare il sindaco

by Amicus Plato

Con l’intervista di ieri al Corriere adriatico, il Sindaco di Ancona chiarisce il suo pensiero: tre anni fa il Pd e il centrosinistra erano messi così male che avrebbero perso molti voti se non ci fosse stata una svolta, vale a dire la fine della GIunta Gramillano, un nuovo candidato scelto con le primarie e soprattutto un nuovo metodo di governo che ha dato alla Giunta Mancinelli stabilità e concordia. Bisognerà ricordare la confusione precedente: in certi momenti la politica anconetana sembrò nelle mani di Favia.  › Leggi il seguito

la sfida per ceriscioli

by Amicus Plato

Il PD marchigiano attacca Spacca per avere voltato gabbana. Ha ragione, ma dovrebbe anche rimproverare se stesso. Negli anni scorsi ha lasciato che il presidente – che, ricordiamolo, entrò nella giunta di D’Ambrosio dalla porta di servizio nel lontano 1997 – si ritagliasse un grande potere personale in settori chiave della Regione, che ora usa per mettersi in proprio e contro il suo ex partito.  › Leggi il seguito