usa 2016

by Amicus Plato

Gli stessi commentatori che davano per sicura la vittoria della Clinton ora si stracciano le vesti nell’autocritica e “scoprono” le virtù di Trump. In questo modo non fanno che giustificare le critiche di superficialità che a loro sono state rivolte: continuano a  cavalcare l’onda, solo che questa è cambiata.

Qualcosa sui dati innanzitutto: quasi nessuno ricorda e dà il dovuto rilievo al fatto che nel voto popolare ha vinto Hillary.  › Leggi il seguito

il futuro del centrodestra

by il nostro corrispondente dal Transatlantico.

A Roma, Berlusconi fa ritirare Bertolaso e appoggia Marchini. Si apre il conflitto nel centrodestra per la leadership. Come spiega Amicus Plato nel post “Fine del bipolarismo”, il centrodestra è diviso tra due diverse opzioni di linea politica, quella moderata, che si basa sull’affiliazione al PPE, e quella radicale di Salvini e Meloni, che si rifà a Marine Le Pen e al populismo antieuropeo:   › Leggi il seguito

votare è un diritto

by Amicus Plato

Votare al referendum è un diritto, non un dovere. Nè giuridico nè morale. Un elettore può essere indifferente al quesito e ha tutto il diritto di esserlo. Oppure può ritenere che chiamare un referendum su determinati temi o quesiti sia un errore. E sarebbe assurdo che quaranta milioni di elettori fossero moralmente obbligati a votare solo perché cinquecentomila (poco più dell’uno per cento dell’elettorato) lo chiedono.  › Leggi il seguito

ma gli elettori di grillo sono di destra?

by Amicus Plato

La domanda del titolo viene spontanea leggendo una ricerca del politologo D’Alimonte sul Sole 24 ore di qualche giorno fa: studiando i flussi elettorali tra il primo e il secondo turno nei comuni nei quali il PD ha perso – Potenza, Perugia, Padova – si scopre che gli elettori grillini il cui candidato era stato escluso dal ballottaggio (a Livorno invece ci è arrivato e ha pure vinto) nel secondo turno si sono divisi tra astensione e voto al candidato di centrodestra.

Quasi nessuno ha votato il candidato del centrosinistra. Sono elettori di destra?  › Leggi il seguito

antelitteram si rinnova

Antelitteram, come vedete, ha cambiato faccia, anche se assomiglia molto a quello di prima.

La nuova grafica lo renderà meglio leggibile su tablet e smartphone. Inoltre, in fondo agli articoli trovate i pulsanti per condividerlo sui social network. Naturalmente, condividerlo non vuole dire essere d’accordo con quello che c’è scritto ma solo segnalarlo agli amici.

Spero che serva anche a incoraggiare contributi e commenti.