chi ben comincia..

by Amicus Plato

Il nuovo presidente Luca Ceriscioli alle prese con le prime decisioni, quelle sulla composizione della Giunta.

E deve fare i conti con regole non scritte, ma chissà perchè date per scontate, quelle sulle varie quote: per partito, per province, magari per correnti. L’unica giustificata, quella per genere, se l’è autoimposta: presenza paritaria.

Oltre a questo, l’altra regola non scritta, che contano le preferenze.  › Leggi il seguito

cronache delle primarie

by Amicus Plato

Secondo Carlo Carboni, l’altro ieri sul Corriere adriatico, Spacca è accentratore, mentre Marcolini è aperto al dialogo: basta sostituire l’uno con l’altro, sembra di capire, e in Regione tutto andrà a posto. Tesi cara agli alti burocrati regionali, che vogliono che niente cambi, salvo, se proprio necessario, il presidente.  › Leggi il seguito

ceriscioli ad ancona

by Amicus Plato

Luca Ceriscioli presenta la sua candidatura ad Ancona, nella Loggia dei mercanti. Meno gente che da Marcolini e un format più tradizionale. Le primarie saranno in salita nel capoluogo per lui, anche se  a presentarlo è il Sindaco della città, Valeria Mancinelli, che non fa mancare le critiche alla Regione, specie sulla questione del Salesi.

Il candidato spiega lo slogan Il sindaco delle Marche,  › Leggi il seguito

verso le primarie

by Amicus Plato

Avremo le primarie. Niente non è. Sei mesi persi per arrivare alla soluzione più logica. Un partito come il PD marchigiano, refrattario alla competizione, è costretto ad accettarla; anche se ancora non mancano gli omaggi al feticcio del candidato unitario.

Due candidati entrambi attendibili, nessuno dei quali, nel caso di sconfitta, ci farà correre il rischio di assistere al triste spettacolo proposto in questi giorni da Cofferati. Ci sono le condizioni per un buon dibattito e un’ampia partecipazione.  › Leggi il seguito

spacca incontra ceriscioli

by Amicus Plato

Tra i tanti incontri di questi giorni del Presidente della Regione, uno spicca: quello con il Sindaco di Pesaro Ceriscioli, il principale contendente di Comi per la carica di segretario regionale del PD, escluso dalla competizione perché ancora in carica come sindaco. Una ferita che ha diviso il PD e che non è stata ancora rimarginata, se è vero che i sostenitori di Ceriscioli sono fuori dai nuovi organi dirigenti del partito.

Grande curiosità a A Palazzo Raffaello sulle ragioni dell’incontro: alcuni dicono che Spacca abbia offerto a Ceriscioli un posto di assessore nell’ambito del rimpasto di cui si parla;  › Leggi il seguito

ti piace vincere facile?

by Amicus Plato

Dunque i garanti nazionali del Pd hanno accolto il ricorso presentato dai sostenitori della candidatura di Comi a segretario reagionale del Pd e hanno annullato quella presentata da Ceriscioli. Motivo, incompatibilità: Ceriscioli è tuttora Sindaco di Pesaro.

Le regole vanno rispettate ma anche interpretate con un po’ di buon senso:  › Leggi il seguito

l’ago della bilancia

by Amicus Plato

La federazione di Ancona del Pd sarà l’ago della bilancia nella competizione tra Ceriscioli e Comi – ma c’è anche Fioretti dell’area Civati – per la carica di segretario regionale del PD; da giocarsi nelle primarie aperte fra tre settimane.

Sembrava che Ancona si schierasse compatta per Comi, pilotata dai tre capicorrente Carrescia (Renzi), Amati (Areadem) e Busilacchi (Cuperlo) e in ossequio ad un presunto accordo nazionale secondo il quale l’Areadem rivendica alcuni posti di segretario regionale in giro per l’Italia. Ma le cose non sono andate così:  › Leggi il seguito

longevità attiva

by Amicus Plato

Nel PD sono quasi tutti d’accordo, niente terzo mandato per Spacca, anche se finora nessuno l’ha detto apertamente.

Bene che vada, chi si esprime pone una questione generale di principio, il limite ai mandati, o magari si riferisce alla normalità di un ricambio fisiologico per un uomo che è stato al governo della Regione, in varie posizioni, per più di venti anni. Non c’è da stupirsi che sia un sostenitore della longevità attiva.  › Leggi il seguito

metà classifica

by Amicus Plato
podio
Sembra un destino che le Marche si debbano posizionare a metà classifica. Anche la classifica di gradimento dei presidenti di Regione, resa nota dal Sole 24 ore, mette Spacca all’ottavo posto con 53/100, insieme ai presidenti della Liguria e del Friuli. Più o meno come la classifica sul reddito pro-capite.
Per quanto riguarda i presidenti di provincia, anche in questo caso i nostri si pongono su valori intermedi, con Patrizia Casagrande che ha il risultato migliore (27° con 57,5)) e Celani, presidente di Ascoli Piceno largamente ultimo (69° con 53). leggi il seguito